Un organismo perfettamente funzionante e nel pieno delle sue potenzialità è in grado di mantenere l’equilibrio tra sostanze ossidanti ed antiossidanti. L’avanzare dell’età, la poca attenzione nell’alimentazione, i vizi (fumo, alcool..) e la continua esposizione a sostanze inquinanti sono però fattori che possono influire negativamente portando ad una situazione di stress ossidativo. Il ruolo di un integratore concentrato a base di sostanze antiossidanti può essere un valido aiuto nel ritrovare quell’equilibrio fisiologico che aiuta a preservare l’integrità delle cellule e, dunque, della salute. Entriamo nel dettaglio…


COSA SONO I RADICALI LIBERI?


In ogni organismo vivente avvengono quotidianamente migliaia di reazioni chimiche molte delle quali utilizzano l’ossigeno per produrre energia. Questo tipo di reazioni porta alla formazione di prodotti di scarto che prendono il nome di “RADICALI LIBERI”. Queste sono molecole altamente instabili perché, da un punto di vista chimico, presentano un elettrone spaiato nell’orbitale più esterno e cercano di ritornare allo stato di equilibrio sottraendo ad atomi vicini l’elettrone necessario per pareggiare la propria carica elettromagnetica. Questo meccanismo dà origine ad ulteriori nuove molecole instabili, innescando una reazione a catena che, se non contenuta entro valori “fisiologici”, può danneggiare le strutture delle cellule. Nessun organo, o apparato, risulta indenne da danni diretti o mediati dai radicali liberi. Apparato cardiovascolare, sistema nervoso centrale, apparato respiratorio, cute, vista, sistema digerente: sono tutti soggetti a danni da radicali liberi.


COSA SI INTENDE COL TERMINE “STRESS OSSIDATIVO”?


Il termine stress ossidativo indica l’insieme delle alterazioni che si producono nei tessuti, nelle cellule e nelle macromolecole biologiche quando queste sono esposte ad un eccesso di agenti ossidanti (tra cui i radicali liberi): i danni che ne derivano sono alterazioni metaboliche, malfunzionamento e morte cellulare.
Quando si verifica la condizione di “stress ossidativo”?
Lo stress ossidativo nasce da uno squilibrio tra la produzione di radicali liberi e la capacità dell’organismo di metabolizzarli. Finchè l’organismo è in grado di neutralizzare (e quindi “anti-ossidare”) i radicali liberi, questi rimangono entro limiti fisiologici e risultano utili per svolgere i normali processi cellulari.
Quando, però, la produzione di radicali liberi è molto elevata (soprattutto a causa di alimentazione sregolata, abuso di alcool e fumo, sedentarietà, sovrappeso) i sistemi di difesa antiossidanti non sono in grado di neutralizzarli e si configura lo “stress ossidativo”.

GLI EFFETTI DELLO STRESS OSSIDATIVO SULLA SALUTE


Se da un lato lo stress ossidativo non può essere considerato l’origine di tutte le patologie, allo stesso modo deve essere sicuramente considerato come una delle concause più importanti nella catena che porta alla nascita di una patologia. Valutare i livelli dello stress ossidativo e cercare di contrastarlo può aiutare ad ostacolare la progressione dei danni che arreca.
Gli apparati e gli indici fisiologici più colpiti dallo stress ossidativo sono: Apparato neurologico, Apparato cardiovascolare, Apparato respiratorio, Apparato digerente, Vista, Glicemia, Peso corporeo, Articolazioni, Cute, Capelli, Agilità motoria, Energia fisica e Capacità depurativa.


COME AIUTARE L’ORGANISMO A CONTRASTARE LO STRESS OSSIDATIVO?


Risulta dunque evidente che prevenire i danni da stress ossidativo sia molto importante per mantenere il proprio corpo sano e perfettamente funzionale. I principali fattori di rischio sono: fumo, alcool, inquinamento, abuso di farmaci, eccessivo stress, diete squilibrate, esposizione a radiazioni ultraviolette e campi elettromagnetici. Il primo passo è sicuramente quello di mettere ordine nella propria alimentazione. Una dieta varia, equilibrata e senza eccessi è la base per alimentare bene anche le cellule di tutti gli organi ed apparati. È consigliabile inoltre aiutare il proprio organismo a combattere lo stress ossidativo tramite l’assunzione di integratori alimentari. Attenzione però: per poter garantire un migliore assorbimento dei principi attivi, meglio privilegiare prodotti a base di antiossidanti vegetali e non di sintesi.


GLI ANTIOSSIDANTI VEGETALI


La natura è ricchissima di sostanze ad alto potere antiossidante ed il modo più adeguato per assumerli in quantità sufficiente è quello di seguire una dieta ricca di frutta e verdura.


-La VITAMINA C ad esempio è uno degli antiossidanti più potenti e le fonti alimentari sono molteplici: agrumi, frutta tropicale, alcuni ortaggi (broccoli, cavoli, pomodori, peperoni), tuberi come la patata, alcune bacche come la Rosa canina e l’Acerola

-La VITAMINA E, essendo una vitamina liposolubile è facile trovarla negli olii vegetali (Soia, Mais, Girasole), frutti oleosi (Noci, Nocciole, Mandorle) e germe di cereali (es: Germe di grano)

-I CAROTENOIDI (Beta-Carotene/Licopene/Astaxantina): sono pigmenti naturali rossi, gialli ed arancioni che si trovano in Zucca, Melone, Carota, Pomodoro ed anche in alcuni vegetali a foglia verde

- FLAVONOIDI: sono gli antiossidanti contenuti principalmente nella frutta, in molti vegetali ed in bevande come Tè, Vino e Birra. Questo termine racchiude molti gruppi di sostanze tra cui Flavonoli (Quercetina), Flavanoni, Isoflavoni, Antocianine, Flavoni…

Pensi che il tuo organismo abbia bisogno di un'integrazione con antiossidanti vegetali?

Scopri la nuova categoria di prodotti vramont "ANTIOSSIDANTI VEGETALI"

 

ANTIOX VERDE: utile per ritrovare la freschezza mentale


ANTIOX GIALLO: utile per il benessere della pelle e dell'organismo


ANTIOX ROSSO: utile per mantenere l'integrità dell'apparato cardiovascolare

 

Disponibili anche in un unico KIT ad un prezzo speciale: TRIO ANTIOX